Città di Vico EquenseCittà di Vico Equense

Luminarie musica

Luminarie e musica: a Vico Equense il Natale si accende in piazza Mercato

Luminarie e musica: Giovedì 30 novembre lo spettacolo del piccolo coro “Giulia Cannavale”

Vico Equense – Tutto pronto a Vico Equense per celebrare le festività che si stanno sempre più avvicinando. L’Assessorato al turismo e spettacolo del Comune ha organizzato in collaborazione con le associazioni del territorio, un programma d’iniziative pensato apposta per grandi e piccini. Il via nel segno della tradizione con l’evento di accensione del grande albero, che quest’anno sarà illuminato giovedì prossimo, 30 novembre, ore 18,30, in piazza Mercato, contestualmente all’accensione delle luminarie nelle vie della città, fino al 6 di gennaio. A inaugurare la cerimonia di apertura degli eventi inseriti nel cartellone 2017, oltre alle autorità cittadine, le voci del piccolo coro “Giulia Cannavale”, dell’Associazione musicale Augusta Coen, che allieterà la serata. Il calendario degli eventi anche quest’anno è davvero vasto. “Abbiamo lavorato – spiega l’Assessore al turismo Lucia Vanacore – per replicare e superare il successo dell’anno scorso. Il fitto programma è reso grazie anche alla collaborazione di associazioni di categoria, parrocchie e singoli cittadini, oltre che delle attività commerciali che ci affiancano, affinché visitatori e turisti scelgano ogni anno la nostra città, anche nel periodo natalizio”. A creare l’atmosfera natalizia in città oltre alle manifestazioni, anche i mercatini di Natale. Dal 30 novembre 2017 al 7 gennaio 2018 piazza Marconi sarà addobbata di luci e casette in legno, con espositori che presentano ogni tipo di oggettistica, dall’artigianato locale ai prodotti enogastronomici. Un’importante opportunità per gli operatori commerciali, in un’emozionante cornice dove vivere le festività natalizie. Tra le novità, quest’anno tornerà a Vico Equense la pista di pattinaggio, collocata in piazza Mercato dall’8 dicembre al 7 gennaio. A caratterizzare il calendario saranno anche gli appuntamenti con la tradizione, come la storica sfilata delle Pacchianelle che si terrà il giorno dell’Epifania e i tanti presepi artistici allestiti nelle chiese del centro e delle frazioni e quello vivente di San Salvatore. “Anche quest’anno – ha dichiarato il Sindaco Andrea Buonocore – non abbiamo voluto rinunciare a un programma importante. Spettacoli, concerti, notte bianca, tombolate e tanto altro, per regalare ai vicani e ai tanti visitatori che vivranno con noi le feste, un programma completo e integrato che tenga dentro la magia del Natale, l’animazione cittadina e commerciale e la conoscenza della nostra storia”.

le pacchianelle: tradizione vicana

Pacchianelle, la 107esima edizione all’insegna della Misericordia di Papa Francesco

Pacchianelle, la 107esima edizione.

Il corteo storico de “Le Pacchianelle” sulle orme di Papa Francesco. Il presepe itinerante tradizionale del 6 gennaio, giunto quest’anno alla 107esima edizione, riprenderà il tema del Giubileo straordinario indetto dal Sommo Pontefice e aprirà la tradizionale sfilata con “l’Angelo della Misericordia”, nuovo personaggio equestre introdotto per l’occasione quest’anno. A seguire gli oltre trecento figuranti vestiti con i consueti abiti richiamanti il presepe del ‘700 napoletano per dare vita ad un quadro d’insieme multiforme e sfaccettato, dove allo sfarzo dei vestiti nei Magi si unisce la semplicità dei vestiti dei contadini, dei “pacchiani”, che omaggiano il neonato Salvatore coi prodotti tipici della Costiera sorrentina. Una sfilata dove all’oro, all’incenso e alla mirra, si affiancano i prodotti della terra, il destriero cammina accanto ai più umili animali da cortile, la religione e la storia si sposano con il mito e il folklore popolare. Il corteo, organizzato dal Convento dei Frati Minimi di San Vito in collaborazione con l’associazione “Amici delle Pacchianelle”, il patrocinio del Comune e dell’Azienda di Soggiorno e il sostegno di operatori commerciali del territorio, tornerà quest’anno alla formula consolidata della sfilata unica, muovendo dal Convento di San Vito alle ore 15. Da qui percorrerà via Le Pietre, via Asturi, via Raffaele Bosco, piazza Umberto I, corso Umberto I, via Caccioppoli, via Santa Sofia, via Nicotera, via Santa Maria del Toro, via Filangieri per quindi sostare in piazza Kennedy dove avverrà la simbologia dell’adorazione dei Magi. I figuranti si sposteranno successivamente, per la seconda volta, in piazza Umberto I, per poi salire lungo viale della Rimembranza e raggiungere la chiesa parrocchiale dei Santi Ciro e Giovanni dove il tronetto con il Bambinello, portato a spalla da pescatori a piedi scalzi sarà accolto dal parroco Don Ciro Esposito per un momento di preghiera congiunta con il padre superiore del Convento di San Vito, Gianfranco Scarpitta. Successivamente la sfilata attraverserà via San Ciro, piazza Umberto I e via Roma per quindi risalire lungo via Raffaele Bosco e fare rientro al Convento attraverso via Madonnelle e via San Vito.

Un rito, quello delle “Pacchianelle” che si ripete dal 1909, quando fra’ Pasquale Somma vestì da contadinelle otto bambine per omaggiare il Salvatore del mondo in fasce. Una sfilata che, limitata dapprima alla borgata di San Vito, ha successivamente coinvolto il centro cittadino facendosi conoscere ben al di fuori dei confini provinciali e regionali e richiamando turisti anche dall’altra Italia. Un corteo che, seppure affonda le radici netta tradizione, butta sempre un occhio alla contemporaneità e agli eventi del presente: “Il nostro presepe itinerante – spiegano gli organizzatori – parte dalla Storia più grande mai raccontata per poi agganciarsi alla storia del territorio ma non dimentica mai il presente e gli eventi del mondo circostante. Per questo, nel 2016 abbiamo voluto fortemente agganciarci al Giubileo della Misericordia indetto da Papa Francesco”. “Questa edizione – aggiunge padre Gianfranco Scarpitta, superiore del convento di San Vito – cade per noi in un anno molto particolare e denso di significati. Non è solo l’anno del Giubileo straordinario ma anche l’anno del sesto centenario della nascita di San Francesco di Paola, nostro fondatore. Un anniversario che cadrà proprio il 27 marzo, giorno di Pasqua e che ci appresteremo a vivere con tante iniziative, di cui le Pacchianelle rappresentano solo il prologo”.

Il meglio del Social World Film Festival

CONTINUA “Il meglio del Social World Film Festival” a Natale.

DIVERSAMENTE DA QUANTO COMUNICATO IN PRECEDENZA, L’EVENTO

IL MEGLIO DEL SOCIAL WORLD FILM FESTIVAL A NATALE”

PREVISTO PER SABATO 2 E DOMENICA 3 GENNAIO 2016

ORE 17.00-18.00 (BAMBINI E RAGAZZI)

E ORE 18.00-20.30 (GIOVANI E ADULTI)

SI TERRA’ PRESSO IL MUSEO DEL CINEMA – PALAZZO ANTICO DI CITTA’ (COMUNE VECCHIO) IN CORSO FILANGIERI N°98.

1 2 3